Gastroenterologia

 

Chi è in cerca di un centro medico specialistico che si occupi di Gastroenterologia a Turbigo può rivolgersi a La Salute Società Cooperativa Sociale Onlus.

Le patologie più frequenti legati alla gastroenterologia
Il lavoro del gastroenterologo
Gli esami gastroenterologici strumentali
Quando consultare il gastroenterologo?

La Gastroenterologia si occupa dello studio delle malattie del tratto gastroenterico. Il nome deriva dal greco "gaster" stomaco, "enteron" intestino, "logos" discorso. 

Il gastroenterologo è il medico specialista che si occupa della diagnosi e della terapia delle patologie che interessano i diversi organi del tratto gastroenterico, che sono i seguenti:

  • Esofago
  • Stomaco
  • Duodeno
  • Digiuno
  • Ileo
  • Colon
  • Retto
  • Fegato e vie biliari
  • Pancreas

 

Le patologie più frequenti legati alla gastroenterologia


Le patologie più frequenti che interessano il tratto gastroenterico sono divisibili in due grosse categorie:

Patologie funzionali: 

  • dispepsia non ulcerosa
  • colon irritabile

Patologie organiche:

  • esofago (reflusso gastro-esofageo, disturbi della motilità)
  • malattie infiammatorie croniche intestinali (morbo di Crohn, colite ulcerosa, colite microscopica)
  • malattie del pancreas (pancreatiti acute, croniche)
  • malattia celiaca, intolleranza al lattosio
  • stipsi ed incontinenza

  

Il lavoro del gastroenterologo


Il gastroenterologo si avvale in primo luogo di anamnesi ed esame obiettivo eseguiti al momento della visita per formulare delle ipotesi diagnostiche e successivamente richiede, qualora necessario, accertamenti strumentali ed esami di laboratorio, per giungere alla corretta diagnosi ed impostare la terapia adeguata per la problematica clinica del paziente.

  

 

Gli esami gastroenterologici strumentali


Gli esami strumentali più frequentemente utilizzati per fare diagnosi si dividono in endoscopici, fisiopatologici, radiologici e di laboratorio.

 

Gli esami endoscopici

L'esofagogastroduodenoscopia

L'esofagogastroduodenoscopia permette di valutare i seguenti organi: esofago, stomaco e duodeno ed evidenziare per esempio esofagite, ernia jatale, gastriti, ulcere ecc;

La colonscopia

La colonscopia permette di valutare tutti i tratti colici e l'ileo terminale per evidenziare polipi, diverticoli, malattie infiammatorie croniche

L'enteroscopia

L'enteroscopia con video capsula o con enteroscopio rappresenta un esame di secondo livello per valutare il piccolo intestino non altrimenti visualizzabile dalle precedenti procedure endoscopiche.

 

Gli esami fisiopatologici

Manometria esofagea e pHimpedenzometria esofagea

La manometria esofagea e pHimpedenzometria esofagea servono per l'inquadramento della malattia da reflusso gastro-esofageo e vengono condotti attraverso l'inserzione per via trans nasale di un piccolo sondino che viene nel caso della pHmetria lasciato in sede 24 ore per la misurazione dei reflussi acidi.

Manometria anorettale

La manometria anorettale serve per la valutazione dell'incontinenza fecale e del problemi legati alla defecazione.

 

Gli esami radiologici

Ecografia addome

L'ecografia addome è un esame non invasivo per la valutazione degli organi addominali (fegato, pancreas, colecisti e vie biliari) e per lo studio della parete delle anse intestinali.

TAC addome e RMN addome

La TAC addome e l'RMN addome sono utili per una migliore definizione delle patologie degli organi del tratto gastroenterico.

RX digerente o CLISMA OPACO

L'RX digerente o Clisma Opaco sono esami radiologici per lo studio degli organi cavi del tratto gastroenterico.

  

 

Quando consultare il gastroenterologo?


In presenza di sintomatologie quale bruciore retrosternale e di stomaco, dolore addominale, gonfiore di pancia, cattiva digestione, nausea, vomito, diarrea soprattutto se associati a calo ponderale, sangue nelle feci, alterazioni degli esami di laboratorio.

 

 Il centro può contare sulla presenza di un personale medico qualificato e dalla comprovata esperienza, in grado di seguire il paziente, individuare il trattamento più adeguato e condurlo così alla risoluzione del problema.