Cardiologia

La cardiologia è quella branca della medicina che si occupa dello studio, della diagnosi e della cura (farmacologica e/o invasiva) delle malattie cardiovascolari acquisite e congenite.

Oltre che della cura delle malattie cardiovascolari, scompenso cardiaco, anomalie del ritmo, il cardiologo si occupa della prevenzione cardiovascolare e della riabilitazione del paziente sottoposto ad intervento.

 Le malattie cardiovascolari rappresentano ancor oggi la principale causa di morte. Soprattutto negli ultimi anni la cardiologia ha conseguito ottimi risultati medici e chirurgici, consentendo così la cura di molteplici patologie sia congenite, che acquisite.

 

 

 L'importanza delle visite preventive in cardiologia


Molte persone non hanno ancora compreso appieno l'importanza di una visita cardiologica, in quanto sono convinte che la cardiologia consista solo in esami strumentali. Invece la visita cardiologica rappresenta la base essenziale per qualsiasi accertamento diagnostico cardiovascolare.

Quando un individuo sospetta di avere un problema di natura cardiologica, il primo passo da compiere è quello di consultare un cardiologo.

 

 In cosa consiste una visita cardiologica


Una visita cardiologica si può articolare nelle seguenti fasi:

L'anamnesi

Il cardiologo in questa prima fase conoscitiva con il suo paziente raccoglie tutte le informazioni utili a ricostruire la sua storia clinica. L'anamnesi è di particolare importanza in quanto, se ben condotta ed approfondita, consente al medico una prima valutazione del problema. Una buona anamnesi costituisce quindi un ottimo punto di partenza per arrivare ad una diagnosi corretta.

L'esame obiettivo

L'esame obiettivo consiste nell'analisi delle caratteristiche fisiche e semeiotiche del paziente. Mediante l'osservazione, la palpazione, la percussione e l'ascoltazione il cardiologo ricostruisce il quadro cardiovascolare del paziente e dà conferme o meno della prima valutazione ottenuta con l'anamnesi.

L'elettrocardiogramma

L'elettrocardiogramma serve a studiare l'aspetto elettrico del cuore. Esso, in pratica, consiste nella registrazione dell'attività elettrica del cuore. Le informazioni ottenute con questo esame possono essere in molti casi risolutive e possono quindi condurre direttamente il medico specialista alla sua diagnosi.

L'analisi di altri esami

Compito del cardiologo è anche quello di analizzare eventuali altri esami, sia strumentali che di laboratorio, a cui il paziente può essersi precedentemente sottoposto.

Le conclusioni

Ciascuna fase finora elencata è servita al cardiologo per arrivare a trarre le sue conclusioni diagnostiche. Esse in alcuni casi sono sufficienti per concludere l'iter del paziente. In altri casi, invece, è opportuno procedere ad alcuni esami strumentali per risolvere dei dubbi o comunque poter giungere ad una diagnosi corretta.

La terapia

In seguito alla definizione diagnostica si può stabilire la terapia più adeguata.

 

 I servizi della cardiologia


Tra i servizi di cardiologia che il centro propone ci sono:

  • Visita cardiologica
  • Elettrocardiogramma a riposo
  • Ecocardiogramma